Dott. Simone Migliore, PhD

Psicologo-Psicoterapeuta

Esperto in Neuropsicologia e Psicodiagnostica

 

Sono un neuropsicologo e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e da circa 10 anni lavoro come consulente in diverse strutture pubbliche e presso il mio studio privato. Questo mi ha permesso una migliore comprensione delle problematiche cognitive ed emotive delle centinaia di pazienti con cui sono entrato in contatto finora. Le tecniche che prediligo sono quelle tipiche della neuropsicologia e della terapia cognitivo-comportamentale, per aiutare il Paziente a raggiungere un miglior equilibrio e benessere psicologico.

 

wandering_and_wondering_-1

Che cos’è il Default Mode
Network?

Di Simone Migliore

Il metodo di studio innovativo
dei neuroscienziati per
comprendere la complessità
dei processi cognitivi

Sei seduto in poltrona, stanco
dopo una lunga giornata di
lavoro, vuoi riposarti, inizi a
pensare a cosa cucinerai per
cena, a quanto lasciato in
sospeso a lavoro, alla
vacanza da programmare e
alla macchina da portare
all’autolavaggio. In questi
pochi minuti il tuo cervello
continua a lavorare, attivando
dei circuiti cerebrali...

Leggi tutto

maxresdefault1

Disturbi cognitivi e sclerosi
multipla

Di Simone Migliore

La Sclerosi Multipla può
comportare disturbi delle
funzioni cognitive che, se non
correttamente riconosciuti e
trattati, hanno ricadute
negative sulla qualità della
vita.

La Sclerosi Multipla (SM) è
una malattia autoimmune
cronica demielinizzante che
colpisce il sistema nervoso
centrale, causando un ampio
spettro di segni e sintomi
sensoriali, motori
e cognitivo-comportamentali.


Leggi tutto

articolo-1-foto

Il “biofeedback” per
controllare le proprie
risposte fisiologiche

Di Simone Migliore

Il sistema di monitoraggio che
aiuta a risolvere, in modo
naturale, una serie di disturbi,
dalla cefalea all’ansia,
dall’iperattività all’epilessia.

Il “biofeedback” è una tecnica
comportamentale che
consente a un individuo di
autoregolamentare le proprie
risposte fisiologiche, che sono
solitamente al di fuori del
controllo volontario o sono
sfuggite ai meccanismi
regolatori a causa di una
malattia o un trauma.

Leggi tutto

articolo 2 foto

Cosa accade alla nostra
capacità di prendere
decisioni dopo una notte in
bianco?

Di Simone Migliore

Ognuno di noi avrà
sperimentato gli effetti
negativi di una notte insonne
passata a letto nella speranza
di riuscire finalmente ad
addormentarsi. Ma quanti di
voi sanno davvero cosa
accade alle nostre capacità
cognitive? Il giorno dopo,
quando ci ritroviamo a lavoro,
in università o in compagnia
di un amico, riusciamo ad
essere ‘smart’ come sempre?
Un gruppo di ricercatori
dell’Università La Sapienza...

Leggi tutto

img_0558

La malattia di Huntington
e l’importanza del
counseling psicologico

Di Simone Migliore

Il supporto di uno psicologo è
di fondamentale aiuto alle
persone che possono
ereditare patologie genetiche
neurodegenerative per
valutare quanto siano in
grado di gestire l’eventuale
malattia.

La malattia di Huntington è
una malattia rara, ereditaria
(autosomico-dominante) e
neurodegenerativa che
interessa il sistema nervoso
centrale. La complessità
della malattia deriva dal fatto...

Leggi tutto

img_0559

L’importanza della
neuropsicologia nei disturbi
di personalità

Di Simone Migliore

Alcuni deficit evidenziati
dall’esame neuropsicologico
possono spiegare una parte
della varietà dei problemi
interpersonali e
comportamentali.

La richiesta di diagnosi e
riabilitazione neuropsicologica
è, da diversi anni, in
crescente aumento non solo
negli ambiti storicamente di
interesse neuropsicologico
(stroke, demenze, gravi
cerebrolesioni), ma anche in
ambito psichiatrico e dei
disturbi del neurosviluppo.

Leggi tutto

fullsizerender

Neuroplasticità e riabilitazione
cognitiva

Di Simone Migliore

L’aumentata aspettativa di vita,
caratterizzante gli ultimi decenni, si
riflette nella maggiore longevità della
popolazione che fa del bel Paese uno
dei più longevi al mondo. Nella
classifica stilata dall’Organizzazione
Mondiale della Sanità (OMS), l’Italia è
il secondo paese al mondo e il primo
in Europa per numero di cittadini
anziani rapportato alla popolazione.
Un record che da un lato inorgoglisce
dall’altro, però, desta preoccupazioni
se non altro per le potenziali...

Leggi tutto